Storia Colletta di Castelbianco


 Home >> il Borgo >> Storia


"...Il XIX secolo segna il declino di Colletta..."

Quella di colletta e' una lunga storia. Il manufatto piu' antico individuato nella borgata risale a un periodo compreso tra il XII e il XIV secolo ed e' costituito da una struttura continua di notevole spessore che segue un tracciato quadrangolare. Probabilmente era un recinto fortificato, in posizione strategica sulla collina a presidio di un percorso di transito nella valle. Nel XVII si hanno anche le prime fonti documentarie che citano l' insediamento.

La successiva fase di sviluppo quattrocentesco conferma questa organizzazione del nucleo: le nuove fortificazioni si concentrano lungo il percorso di accesso all' abitato, verso este attorno al nucleo centrale.

I volumi di queste abitazioni non superavano i due piani in altezza e normalmente erano costituiti da mono e bilocali con annessa stalla seminterrata. Il secolo XVII e' un periodo di eventi calamitosi (pestilenze, carestie), che impongono nuove scelte nell' attivita' di costruzione come l' impiego dell' argilla.


Nel secolo successivo il paese e' coinvolto in conflitti locali e subisce attacchi e distruzioni; numerosi sono gli edifici che recano tracce di interventi risalenti a questo periodo. Il XIX secolo segna il declino di Colletta e sotto la spinta delle emigrazioni il borgo lentamente si svuota e dopo il terremoto del 1887 sembra ormai prossimo all'abbandono. Sul finire del secolo il flusso emigratorio si acuisce e molte famiglie di Colletta raggiungono Marsiglia dove costituiscono una comunità molto numerosa che tutt'oggi conta discendenti. Ora la rinascita.